La strage dimenticata: Tienanmen 30 anni dopo

di Marco Lupis

Jiang Jielian uscì dalla casa dei suoi genitori alle 10 e mezza del 3 giugno 1989. Mezz’ora più tardi il suo corpo era per terra di fronte al numero 29 della Chang’s Avenue, accanto a una grande aiuola fiorita. Una pallottola sparata dal Pla, l’esercito cinese, gli aveva trapassato il torace. I suoi compagni lo portarono di corsa al Children Hospital di Pechino. Ma l’intervento dei medici arrivò troppo tardi. I genitori, distrutti, recuperarono il suo corpo e lo cremarono tre giorni più tardi.

Jielian era uno dei martiri di piazza Tienanmen. In poche ore…
Continua a leggere su Lettera43.it 

Cattura tienanmen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...