Marco Lupis

Giornalista, fotoreporter e scrittore, Marco Lupis è stato il corrispondente del Gruppo Espresso- La Repubblica da Hong Kong. Nato a Roma nel 1960, ha lavorato come corrispondente e inviato speciale in tutto il mondo, in particolare in America Latina e in Estremo Oriente, per le maggiori testate giornalistiche italiane (Panorama, Il Tempo, Il Corriere della Sera, L’Espresso e La Repubblica) e per la RAI. Lavorando spesso in zona di guerra, è stato fra i pochi giornalisti a seguire i massacri seguiti alla dichiarazione di indipendenza a Timor Est, gli scontri sanguinosi tra cristiani e islamici nelle Molucche, la strage di Bali e l’epidemia di SARS in Cina. Con le sue corrispondenze ha coperto per oltre un decennio l’intera area Asia-Pacifico, spingendosi fino alle isole Hawaii e all’Antartide. Ha intervistato molti protagonisti della politica mondiale e specialmente asiatica, come la premio Nobel birmana Aung San Suu Kyi e la premier pakistana Benazir Bhutto, denunciando spesso nei suoi articoli le violazioni dei diritti umani. I suoi reportage sono stati pubblicati anche da quotidiani spagnoli, argentini e americani.

Ha pubblicato Interviste del Secolo breve (Ediz. del Drago, tradotto in sette lingue), ll Male inutile  (Ediz. Rubbettino, prefazione di Janine di Giovanni) e i due capitoli di Oriente Estremo: I Cannibali di Mao (Oriente Estremo/1) Cristo si è fermato a Shingo (Oriente Estremo/2)